OBIETTIVI

Il fine del progetto è quello di costruire una modalità partecipativa  nuova che consenta ai giovani studenti di 5 classi medie di 2 Istituti di Montepulciano di interloquire con le istituzioni pubbliche e scolastiche, i personaggi di riferimento del territorio, delle istituzioni, ecc. Si prevede la costruzione di un’attività redazionale che rifluisca in termini di contenuti una stanza messa a disposizione della APP sul sito web Open Toscana sulla quale pubblicare contenuti attraverso metodologie differenti (video, ecc). Grazie al ruolo assunto nell’ambito redazionale i giovani aiutati da un facilitatore interno al corpo docente potranno costruire i percorsi più adatti nell’indagare  i vari aspetti della società civile di cui sono parte.

Quindi attraverso interviste, report, immagini, preparati nell’attività redazionale grazie al supporto di un animatore specifico i giovani potranno partecipare attivamente alla costruzione di opinioni formatesi nell’interazione con figure di riferimento del proprio comune o della propria scuola. 

FASI

Il progetto prevede incontri di 2 ore per ogni classe una volta ogni due settimane per l’anno scolastico. In questi incontri i ragazzi e l’insegnate di riferimento saranno guidati da personale specializzato nell’elaborazione dell’attività di redazione, che dovrà portare alla definizione:

  • dei soggetti che riteniamo importanti all’interno del contesto decisionale
  • delle modalità logistiche grazie alle quali realizzare gli incontri (dove, come, ecc.).
  • delle modalità di pubblicazione dei materiali registrati

Durante gli incontri le attività saranno volte a orientare rispetto all’individuazione del tema e dell’interlocutore, svolgere l’intervista, rielaborare il materiale ottenuto e  pubblicazione sulla stanza virtuale individuata su Open Toscana.

Alla fine del percorso previsto sarà realizzato un evento pubblico per dare rilievo al precorso stesso ed al tema della partecipazione coinvolgendo oltre ai soggetti istituzionali anche soggetti che fanno parte del mondo della comunicazione. 



Per gestire le attività sarà costituito un gruppo di lavoro con  docenti dei due IC  referenti delle classi coinvolte nel progetto ( 1 insegnante per ogni classe, totale 5/6 docenti) che coordinerà le attività  di individuazione delle tematiche, preparazione delle attività, metodi, materiali, strumenti di verifica.

Il lavoro del gruppo sarà  poi  riportato all’interno dei Dipartimenti disciplinari dei due IC  per essere integrato e recepito nel curricolo d’Istituto ed utilizzato per la predisposizione di compiti di realtà volti a verificare l’acquisizione delle competenze chiave quali le competenze digitali ( utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete.
Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca e approfondimento disciplinare) e le competenze sociali e civiche ( agire in modo autonomo e responsabile, conoscendo e osservando regole e norme, con particolare riferimento alla Costituzione. Collaborare e partecipare comprendendo i diversi punti di vista delle persone).

In merito alla applicazioni future nelle scuole e nei territori coinvolti il lavoro degli alunni sarà organizzato come in una redazione giornalistica in cui ciascuno attraverso il metodo del “cooperative learning” svolgerà compiti specifici tra i quali di fondamentale importanza la stesura di un “diario di bordo” utile per lasciare traccia del processo partecipativo di realizzazione delle interviste, degli incontri, degli aspetti positivi e delle criticità emerse e per fornire uno strumento di consultazione e di diffusione a quanti in futuro vorranno misurarsi con esperienze simili.

La ricaduta sui territori riguarderà l’esperienza della partecipazione, che già avviene da diversi anni,  degli alunni al progetto del Consiglio Comunale dei Ragazzi in collaborazione con l’Amm.ne comunale. In particolare l’obiettivo all’interno del progetto sarà quello di migliorare tale esperienza in termini di modalità e strumenti di effettiva partecipazione attiva e consapevole degli alunni ai processi di formazione delle proposte e delle decisioni assunte sia dal Consiglio Comunale dei ragazzi che dal Consiglio Comunale vero e proprio.

Infine per ampliare la divulgazione e la conoscenza del progetto oltre alla pubblicazione del materiale in Open Toscana, i prodotti realizzati saranno presentati alle autorità municipali ai genitori ed agli altri alunni degli IC in una giornata dedicata alla Cittadinanza partecipata. Inoltre ai materiali più significativi sarà dato spazio nei siti web delle istituzioni scolastiche.

Leggi tutto

Parliamo di

Inserisci qui i tuoi commenti

Attraverso una serie di interviste che gli studenti delle classi III A, III C dell'istituto Origo di Montepulciano cercheranno di meglio chiarire la situazione della sicurezza sul proprio territorio tentando di analizzarla attraverso punti di vista soggettivi di persone coinvolte direttamente sulla tematica presa in esame.

Attraverso una serie di interviste che gli studenti delle classi II A, II C dell'istituto Virgilio di Montepulciano e III B dell'Istituto Origo di Montepulciano cercheranno di meglio chiarire la situazione dell'immigrazione sul proprio territorio tentando di analizzarla attraverso punti di vista soggettivi di persone coinvolte direttamente.

Materiali

Vedi tutte
Testo delle interviste rivolte dai giovani della II C dell'istituto Virgilio agli ospiti e al...
Testo delle domande che i ragazzi della III C dell’istituto Iris Origo hanno rivolto...
Testo delle domande che i giovani della III B dell'istituto Iris Origo hanno rivolto agli ospiti...
Elenco delle domande preparate dalla III C per l'incontro con i Vigili del Fuoco della Caserma di...

Notizie e Avvisi

Vedi tutte

Articolo della professoressa Moira Ciuffetti pubblicato sul quotidiano on line Centritalianews -classe 3C

La classe III C dell'Istituto Iris Origo intervsita il Sert di Montepulciano presso l'ospedale di Nottola

La Classe III B dell'istituto Iris Origo incontra la cooperativa di Comunità del Teatro Povero di Montichiello

La classe II A dell'Istituto Virgilio incontra il Vescovo Stefano

TWITTER FEED